Ogni quanto cambiare le candele dell’auto

Prendersi cura della propria autovettura è una operazione che ogni buon automobilista dovrebbe compiere regolarmente. La manutenzione periodica, infatti, consente di preservare la meccanica del mezzo e garantisce una affidabilità superiore. Tra i vari interventi da compiere per circolare in piena sicurezza, il cambio candele dell’auto è uno dei meno conosciuti ma allo stesso tempo più importanti.

Ogni quanto cambiare le candele dell’auto, quindi? E come cambiare le candele dell’auto? Scopriamo di più di questi aspetti nell’articolo di Auto 500.

A cosa servono le candele dell’auto

Componente fondamentale per consentire l’accensione del motore, le candele dell’auto devono essere sempre in perfetta efficienza.

Prima di scoprire ogni quanto cambiare le candele dell’auto, è necessario capire a cosa servono. Le candele sono presenti sia sulle vetture dotate di alimentazione benzina, metano o GPL, che nelle auto dotate di motore diesel. Grazie alla presenza delle candele auto, ed al loro regolare funzionamento, è possibile innescare la scintilla che dà l’avvio alla combustione all’interno dei cilindri. Le candele auto, quindi, innescano la miscela carburante/aria all’interno del motore così da garantire l’avviamento dello stesso.

Quando cambiare le candele auto

Scopriamo ogni quanto cambiare le candele auto per mantenere il motore in perfetta efficienza

Come tutti i componenti presenti all’interno di un motore di una vettura anche le candele sono sottoposte ad usura. Come abbiamo anticipato, la loro presenza è fondamentale per innescare la miscela aria/carburante all’interno del motore, ma col tempo queste possono sporcarsi o addirittura logorarsi impendendo così il corretto scocco della scintilla utile per incendiare la miscela, aumentandone la pressione, e far muovere di conseguenza il pistone.

Non esiste un valore universale che può essere preso ad indicazione per procedere alla loro sostituzione, ma ci sono dei segnali che indicano come le candele auto siano da cambiare che non devono essere sottovalutati.

I sintomi delle candele auto da cambiare

Quando le candele iniziano ad essere sporche o usurate l’auto invia dei segnali inequivocabili

Ci sono alcune situazioni in cui è la nostra stessa vettura ad avvisarci che è arrivato il momento di cambiare le candele auto. 

Il primo caso, il più evidente, si ha quando la macchina non si mette in moto o si mette in moto a fatica. In questa circostanza il problema può derivare dalle candele sporche o dai contatti logori ed è quindi necessario procedere alla loro sostituzione.

Altra ipotesi è quella in cui l’auto non tenga il minimo. Se si è fermi in folle ed il motore rischia di spegnersi se non si accelera, allora sarà necessario controllare che le candele siano in piena efficienza oppure procedere alla loro sostituzione.

Ancora, un altro segnale che indica come le candele auto siano da cambiare si ha quando la vettura fatica in accelerazione. Se nel salire di giri l’auto non ha più il brio di un tempo, è il caso di effettuare un controllo e verificare che le candele non siano ormai usurate.

Infine un ultimo segnale che può segnalare come le candele siano da cambiare si ha quando si è costretti a soste più frequenti per fare benzina nonostante un numero di chilometri percorsi invariato. In questo caso il motore ha bisogno di più carburante per funzionare, il che può nascondere un malfunzionamento delle candele che non accendono bene la miscela aria-carburante.

Ogni quanti Km si cambiano le candele auto

A seconda dell’età della vettura variano gli intervalli chilometrici per la sostituzione delle candele auto

Come abbiamo accennato in precedenza, non esiste un chilometraggio universale entro il quale procedere alla sostituzione delle candele auto. In linea generale, per le vetture più anziane è preferibile compiere questa operazione ogni 15.000 – 20.000 Km, mentre per le macchine di più recente costruzione è possibile procedere al cambio candele dell’auto anche ogni 40.000 – 60.000 Km.

Quanto costa cambiare le candele auto 

La sostituzione delle candele auto non comporta costi eccessivi e può essere effettuata anche in proprio

Se siete pratici col fai da te potrete cambiare le candele auto anche da soli. Sarà sufficiente spegnere il motore, scrivere il numero del cilindro su un talloncino posto su ogni cavo della candela, staccare i cavi e togliere la pipetta per poi svitarla. Se le candele presentano del calcare intorno agli elettrodi o segni di bruciature allora si dovranno sostituire, mentre se sono semplicemente sporche si dovranno pulire con uno spazzolino da denti imbevuto di benzina così da eliminare tutto il grasso. Prima di rialloggiare la candela, questa va bagnata con alcol etilico e ben asciugata. 

In caso di sostituzione delle candele in fai da te il costo dell’operazione può variare da 5 ai 15 euro, mentre se ci si rivolge ad un meccanico l’operazione può costare da 40 a 90 euro.

 

Postato su 14 gennaio

Condividi