Auto ibrida o elettrica: caratteristiche e quale scegliere in base alle esigenze

La scelta tra auto ibrida o elettrica, di cui si parla sempre più spesso negli ultimi anni, non è di certo facile: ognuno dei due modelli ha le sue prerogative, così come i suoi pro e i suoi contro.

Ecco alcuni consigli di Auto 500 utili per orientarsi e fare la scelta più giusta in base alle proprie necessità. 

Auto ibrida o elettrica? Facciamo chiarezza

Vediamo insieme tutte le caratteristiche delle due tipologie e quale è meglio scegliere a seconda delle proprie esigenze.

L’auto ibrida: caratteristiche e vantaggi

La peculiarità dell’auto ibrida è che possiede due diversi motori che lavorano in sinergia: uno dei due è un tradizionale motore a combustione, che può essere sia a diesel che a benzina, mentre l’altro è elettrico. In questo modo le emissioni sono ridotte, così come il consumo – e la relativa spesa – del carburante. 

Al contrario dell’auto elettrica, l’auto ibrida non deve essere ricaricata, dal momento che la sua batteria si ricarica in modo autonomo mentre il veicolo viaggia, grazie all’energia generata dal motore a combustione, convertita tramite un generatore.

Il motore ibrido può essere di quattro tipologie differenti, ognuna con proprie caratteristiche: motore micro hybrid, motore mild hybrid, motore full hybrid, motore plug-in hybrid.

L’auto elettrica: caratteristiche e vantaggi

L’auto elettrica possiede un solo motore, di tipo appunto elettrico, alimentato da una batteria: il costo e il consumo di carburante dunque è nullo, così come le emissioni. È necessario però alimentare la batteria dell’auto, collegandola alla rete elettrica oppure ad un’apposita colonna per la ricarica. Nella costruzione dei modelli più recenti di auto elettrica le case automobilistiche stanno cercando di accorciare il più possibile i tempi di caricamento della batteria, accrescendo invece quelli di durata.  Il motore dell’auto elettrica inoltre è estremamente silenzioso.

I fattori da tenere in considerazione nella scelta tra auto ibrida o elettrica

Come abbiamo visto, sia l’auto ibrida che quella elettrica comportano numerosi vantaggi e qualche svantaggio. Per effettuare la scelta migliore, è necessario tenere in considerazione alcuni fattori legati alle abitudini personali, alle condizioni in cui ci trova a vivere e alle modalità di utilizzo dell’auto, in modo da acquistare il modello che più riesce a soddisfare le esigenze di ciascuno, caso per caso.

In particolare, per effettuare la scelta bisogna analizzare:

  • presenza di punti di ricarica dell’auto elettrica nella zona in cui si vive

se si vuole acquistare un’auto totalmente elettrica o un’auto ibrida plug-in, bisogna assicurarsi che sul territorio in cui ci si muove sia presente una fitta rete di ricarica di energia elettrica (infatti, al momento, questa non è diffusa in modo uniforme su tutto il territorio nazionale). È anche possibile fare installare una colonnina di ricarica nel proprio garage per auto-ricaricare la batteria del veicolo, dunque bisogna considerare l’eventuale disponibilità di uno spazio apposito. 

  • utilizzo che si intende fare dell’auto:

se normalmente si viaggia molto in auto percorrendo diverse centinaia di chilometri all’anno, si avrà un vantaggio economico utilizzando l’auto elettrica, dal momento che la sua ricarica consente un risparmio rispetto al carburante. Come accennavamo al punto sopra, però, questo dipende anche dalla presenza o meno di un adeguato numero di punti di ricarica sul territorio che si percorre abitualmente

  • costo dell’automobile: 

i prezzi tra i diversi modelli cambiano notevolmente, ad ogni modo un’auto ibrida in genere costa di più rispetto a un’auto tradizionale (a benzina o a diesel), ma meno rispetto a un’auto totalmente elettrica, che al momento è la tipologia più cara sul mercato. Esistono però, per entrambe le categorie, degli sgravi fiscali e degli incentivi statali da non sottovalutare e da tenere in considerazione nel momento della scelta. 

  • costo di manutenzione:

anche la manutenzione presenta costi differenti tra i due modelli, infatti il motore elettrico comporta spese di manutenzione più elevate data la novità della tecnologia, ma bisogna considerare che una componente elettrica è presente anche nelle auto ibride, e questo potrebbe incidere sul prezzo del tagliando annuale.

  • inquinamento:

se si intende fare una scelta drastica pensando alla riduzione dell’inquinamento nell’atmosfera, senza dubbio la scelta ricade sull’auto elettrica, che ha un impatto ambientale sostanzialmente a zero emissioni. L’auto ibrida, ad ogni modo, possiede comunque un motore meno inquinante rispetto alle auto tradizionali a carburante. Per questo motivo, sia l’auto ibrida che l’auto elettrica hanno sempre il permesso di circolazione, anche durante eventuali blocchi del traffico.

Auto ibrida o elettrica: qual è la scelta più conveniente ad oggi in Italia?

Al momento, in Italia le auto totalmente elettriche non sono ancora così convenienti, sia per via del prezzo elevato sia per la non uniforme presenza della rete di ricarica elettrica su tutto il territorio nazionale. L’auto elettrica è dunque ancora molto esclusiva, anche se – senza dubbio – essa costituisce la tecnologia più all’avanguardia e in grado di preservare il Pianeta e la nostra salute

Ad oggi, dunque, l’opzione più conveniente in media è costituita dall’auto ibrida, con la speranza che quella elettrica possa presto diventare più accessibile per tutti.

Postato su 04 dicembre

Condividi