Scegliere l’auto in base al reddito: qualche consiglio

Scegliere l’auto in base al reddito è certamente un criterio importante per capire quale mezzo è più alla nostra portata.

Una Ferrari, ovviamente, non è per tutte le tasche, mentre un’utilitaria potrebbe andare bene anche per chi ha una disponibilità economica limitata.

Ecco qualche consiglio utile per orientarsi meglio nella scelta di un’auto in base al reddito.

Scegliere l’auto in base al reddito con la formula giusta

Per valutare quanto spendere per un’auto basta fare una semplice operazione, calcolando il 60% del proprio reddito netto annuo.

Per esempio, se si guadagnano 1000 euro al mese, nell’arco dei 12 mesi si avrà un reddito complessivo di 12.000 euro, di cui il 60% equivale a 7.200 euro, ossia la cifra che effettivamente ci si può permettere di investire per l’acquisto dell’auto nuova.  

Ovviamente, più il reddito è alto maggiore sarà la disponibilità economica: una persona che guadagna 40.000 euro all’anno, per esempio, potrà togliersi lo sfizio di acquistare una vettura che ne costa 24.000 e così via.

Si tratta comunque di una considerazione generale, per aiutare i futuri acquirenti ad avere un quadro più chiaro del rapporto tra prezzo dell’auto e budget a disposizione e scegliere l’auto in base al proprio reddito in modo oculato ed equilibrato.

Comprare un’auto è un investimento?

La “vita media” di un’automobile si attesta tra i 10 e i 20 anni, con tutte le variabili del caso, tra cui guasti e incidenti.

Quando si acquista un veicolo nuovo, quindi, il primo aspetto da considerare riguarda il suo effettivo utilizzo:

  1. avete intenzione di tenerla per un paio d’anni o finché non è da rottamare?
  2. la utilizzerete tutti i giorni o solo per i weekend o per andare in vacanza?

Porsi queste domande è fondamentale, perché permette di stabilire se l’acquisto dell’auto rappresenta o meno un investimento.

In caso si abbia l’intenzione di comprare una macchina che durerà finché funziona, infatti, si può valutare di risparmiare una somma di denaro anche considerevole e investirla in un mezzo che, seppure non perfettamente in linea con il proprio budget, risponde in modo adeguato alle proprie esigenze.

Se invece si cambia auto spesso, destinare gran parte dei propri risparmi nell’acquisto di un’auto altamente performante non è una buona idea: in questo frangente è meglio stare con i piedi per terra e scegliere la vettura che ci si può effettivamente permettere, anche perché, dopo l’acquisto, ogni automobile (incluse le più lussuose) perde valore.

Postato su 14 giugno

Condividi