Cosa bisogna fare per rinnovare la patente

Patente scaduta: cosa fare per rinnovarla? Questo documento è indispensabile per ogni automobilista e occorre conoscere tutto l’iter necessario per essere in regola. La patente, infatti, deve essere rinnovata periodicamente, come prescritto dal Codice della Strada.

Cosa occorre per il rinnovo della patente

Cosa bisogna fare per rinnovare la patente? Innanzitutto l’automobilista a cui è scaduta la patente di guida deve sottoporsi a una visita medica, in modo che venga accertata la sua idoneità, tanto fisica quanto psichica, alla guida.

Tra i documenti necessari per il rinnovo della patente sono inclusi:

  • un documento di identità valido;
  • il codice fiscale;
  • la patente di guida già scaduta o prossima alla scadenza;
  • eventuali certificati medici – in originale e in copia – che attestano la presenza di una particolare patologia che affligge il conducente;
  • eventuale prescrizione medica per indossare occhiali o lenti a contatto;
  • ricevuta di pagamento della visita medica necessaria per il rinnovo della patente, i cui costi sono variabili in relazione alla struttura dove è stata effettuata e alla categoria di patente da rinnovare;
  • ricevuta di versamento dell’importo di 10,20 euro da versare al Dipartimento Trasporti Terrestri, eseguito tramite i bollettini pre-compilati disponibili presso la Motorizzazione Civile;
  • ricevuta di versamento dell’imposta di bollo, che ammonta a 16,00 euro;
  • foto recente del conducente in formato fototessera.

Dove si rinnova la patente?

Per rinnovare la patente di guida, è possibile rivolgersi a tre enti:

  • l’A.C.I
  • le agenzie pratiche auto
  • la Motorizzazione Civile

È importante sapere che, qualora ci si rivolga alla Motorizzazione Civile, è necessario organizzarsi autonomamente per effettuare la visita medica (negli altri casi, invece, si tratta di un servizio offerto). 

Con la crescente diffusione degli strumenti telematici, oggi è possibile rinnovare la patente anche online, prenotando in modo facile e veloce l’appuntamento per la visita medica e per espletare le formalità burocratiche necessarie per il rinnovo. Per semplificare la procedura, si può prenotare anche in strutture lontane dal luogo di residenza e in qualsiasi giorno della settimana. 

Quanto costa rinnovare la patente B

La patente di tipo B è la più diffusa, in quanto in possesso della maggioranza degli automobilisti. I costi in questo caso includono – come già in parte anticipato – i 10,20 euro necessari per il versamento allo Stato, i 16,00 euro dell’imposta di bollo, 6,8 euro per la spedizione della patente ed inoltre il costo della visita medica (variabile a seconda della struttura medica a cui ci si rivolge) che solitamente si aggira tra i 60 e i 90 euro.

Come si svolge la visita medica

La visita medica per il rinnovo della patente consiste nell’accertamento, da parte del personale sanitario incaricato, della presenza dei requisiti necessari per garantire una guida sicura, incluse le eventuali prescrizioni per renderla tale, come per esempio l’obbligo di indossare gli occhiali. 

Se la visita si conclude in modo positivo, il medico stampa una ricevuta in cui si conferma la validità dei requisiti per guidare e la consegna al conducente. Il certificato medico, inoltre, viene inoltrato anche al Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture.

Come si ottiene la nuova patente

Una volta che si è in possesso dei documenti necessari per il rinnovo della patente e ci si è rivolti a uno dei tre enti preposti, il Ministero invierà la nuova patente all’indirizzo indicato dal conducente tramite posta assicurata a carico del destinatario.

Può accadere talvolta che si verifichino disguidi nella consegna del nuovo documento. In questo caso, se sono passati più di 15 giorni dalla visita medica e la patente non è stata ancora recapitata, è possibile chiamare il numero verde delle Poste Italiane o il numero Verde del Ministero per verificare il motivo per il quale la patente non è stata consegnata o richiedere la spedizione di una nuova.

Rinnovo patente e Coronavirus

Il rinnovo della patente di tipo B si effettua:

  • Ogni 10 anni fino al compimento dei 50 anni di età
  • Ogni 5 anni dai 51 ai 70 anni
  • Ogni 3 anni dai 71 agli 80 anni
  • Ogni 2 anni dopo gli 80 anni

Tuttavia, a causa dell’emergenza sanitaria causata dalla pandemia di Covid 19, dal 31 gennaio 2020 sono state stabilite delle proroghe e, attualmente, la situazione è la seguente:

  • Entro il 29 ottobre 2021 possono essere rinnovate le patenti scadute tra il 31 gennaio e il 29 dicembre 2020 e quelle in scadenza tra il 1 luglio e il 31 luglio 2021.
  • Il rinnovo delle patenti con scadenza compresa tra il 30 dicembre 2020 e il 30 giugno 2021 è prorogato di 10 mesi.

Postato su 23 luglio

Condividi