Vendita auto usate a concessionari: perché conviene

Il mercato dell’auto è molto dinamico: tra vetture nuove e usate, gli acquirenti hanno un’ampia possibilità di scelta, optando per il veicolo più adatto alle proprie esigenze. Quando si tratta di vendere la propria auto, ci si trova davanti a due strade: si può tentare di concludere l’affare tra privati oppure ci si può rivolgere a un concessionario

La vendita di auto usate a concessionari rappresenta la soluzione migliore per chi desidera maggiori garanzie. Il mercato dei privati, infatti, può presentare diverse insidie e non è raro il rischio di cadere vittime di truffe e raggiri.

In questo articolo, noi di Auto 500 vi spiegheremo nel dettaglio perché conviene rivolgersi ad una concessionaria per la vendita della propria vettura usata e quali sono le procedure da seguire. 

Vendita auto usate ai concessionari: pro e contro

Vendere un’auto usata a una concessionaria è una decisione che offre numerosi vantaggi; per contro, un possibile svantaggio riguarda l’aspetto puramente economico dell’affare. Di solito, le concessionarie non accettano di pagare un prezzo sovrastimato rispetto al valore dell’auto: si sta trattando con persone che con le automobili ci lavorano tutti i giorni e che hanno ben presente quanto vale ciascun modello, in rapporto all’età della vettura e alle sue condizioni generali.

Tra i pro, il più importante riguarda la sicurezza dell’affare: rivolgendosi a una concessionaria con una comprovata esperienza nel settore e con una solida reputazione, si avrà la sicurezza di fare affari con trasparenza e serietà. Ciò è molto importante non solo per non avere problemi in fase di vendita, ma anche se si ha necessità di vendere l’auto in tempi brevi: in questo caso, infatti, un privato potrebbe creare più difficoltà, rallentando l’intero l’iter. Al contrario, affidandosi a una concessionaria le operazioni di vendita sono sicure e veloci: una volta stimato il valore dell’auto, il pagamento avviene con rapidità ed efficienza. 

Per quanto riguarda, nello specifico, il pagamento, ricordiamo che rivolgersi a una concessionaria rappresenta una garanzia in questo senso, dal momento che nessuna società affermata rischierebbe la propria reputazione compilando un assegno a vuoto o non effettuando un regolare bonifico.

Vendita auto usate ai concessionari: qual è la procedura

Se si opta per la vendita di auto usate ai concessionari si può scegliere tra tre opzioni principali:

  1. La vendita per demolizione: questa decisione, solitamente, è dettata dall’esigenza di acquistare una nuova auto. Cambiare vettura, infatti, può essere una scelta conveniente, soprattutto nei periodi in cui si può usufruire di bonus e incentivi statali. 
  2. La vendita per permuta. In questo caso, si vende la propria auto al concessionario e, nello stesso momento, se ne acquista una nuova. Una soluzione perfetta per chi desidera risparmiare, dal momento che grazie al valore economico stimato per la vecchia auto è possibile “alleggerire” il costo per il nuovo veicolo.
  3. La vendita sic et simpliciter. Non è detto che rivolgersi a una concessionaria per vendere la propria auto debba presupporre sempre un secondo fine, come la demolizione o la permuta: può anche darsi che si voglia semplicemente liberarsi del vecchio mezzo. In questo frangente è necessario effettuare una minivoltura, ossia una procedura semplificata del passaggio di proprietà che tuttavia non prevede il pagamento dell’imposta IPT. La minivoltura diventa effettiva nel momento in cui avviene la registrazione nel PRA (Pubblico Registro Automobilistico): da qui in avanti, è la concessionaria l’intestataria dell’auto e può quindi disporne a proprio piacimento e, di conseguenza, anche rivenderla. Quando si effettua la minivoltura, generalmente il concessionario effettua il pagamento non appena arriva la conferma dell’effettivo passaggio di proprietà del veicolo. 

Vi è poi una quarta opzione, che però è opportuno mettere tra parentesi, che è il conto vendita. In questo caso, infatti, non avviene un vero e proprio passaggio di proprietà ma si affida la vendita della propria auto alla concessionaria, che quindi conclude l’affare al posto del venditore stesso. 

Vendita auto usate concessionari: conclusioni

Alla luce di quanto abbiamo visto, è evidente che la vendita di auto usate ai concessionari rappresenta una scelta conveniente sotto diversi punti di vista, tra cui in primis la sicurezza. Per fare affari nel mercato dell’auto tra privati bisogna essere molto esperti, perché il rischio di truffa è davvero molto elevato e non è raro vendere la propria auto a un prezzo inferiore rispetto al suo valore reale, magari solo perché si ha fretta di concludere la compravendita o perché l’acquirente convince il venditore circa possibili difetti dell’auto. 

 

Postato su 16 aprile

Condividi