Viaggiare con bambini in auto: come farlo in sicurezza

Quando si è al volante (che si tratti di tragitti lunghi o più brevi), è sempre fondamentale prestare la massima attenzione possibile, in modo da assicurare la propria sicurezza e quella degli altri. Quando ci troviamo a viaggiare con bambini in auto, poi, la soglia di attenzione deve essere ancora più alta. 

Auto 500 in questo articolo vi parla delle principali regole da seguire per trasportare in auto i più piccoli garantendo loro la massima sicurezza possibile.

Come viaggiare con i bambini in auto in totale sicurezza

La prima cosa da fare è utilizzare nel modo corretto tutti i sistemi di ritenuta previsti dalla legge presenti in auto: le cinture di sicurezza e i seggiolini per i bambini (selezionando quello adatto a seconda dell’età, del peso e dell’altezza dei minori) sono infatti il primo e più efficace strumento per garantire la loro incolumità, riducendo il rischio di lesioni e traumi e abbassando del 70% il rischio di morte in un incidente stradale.

  • Quando si viaggia con dei bambini in auto è obbligatorio collocarli sul seggiolino, omologato secondo la normativa europea (omologazione UN ECE R44* e UN ECE R129**, scritta sull’etichetta) e previsto per legge (articolo 172 del Codice della Strada) fino al compimento dei 12 anni di età, oppure fino al raggiungimento dei 150 cm di altezza del minore. Fino ai 9 kg di peso o ai 15 mesi di età, il seggiolino deve essere posizionato nel senso opposto a quello di marcia e, nel caso di bambini che hanno superato questi limiti, lo schienale del seggiolino deve aderire alla perfezione a quello del sedile. Se si viaggia sprovvisti di sistemi di ritenuta, oltre a mettere a rischio la vita del bambini, vengono sottratti 5 punti dalla patente e si può ricevere fino a 323 euro di multa.
  • È sempre necessario assicurare il seggiolino tramite la cintura di sicurezza e non bisogna mai posizionarlo sul sedile anteriore se l’airbag del lato passeggero non è stato prima disattivato. Idealmente sarebbe meglio collocare il seggiolino sui sedili posteriori al centro: è questo infatti il punto più sicuro dell’auto, il più lontano da eventuali scontri frontali e laterali. 
  • È proibito viaggiare tenendo in braccio il bambino, sia che ci si trovi sul sedile anteriore che su quello posteriore, pena la sottrazione di 5 punti dalla patente e una multa fino a 299 euro.
  • È infine obbligatoria la cintura di sicurezza sempre, anche per svolgere tragitti brevi: essi sono infatti i più insidiosi, poiché spesso sottovalutati dal punto di vista della sicurezza. Da una recente ricerca è emerso che addirittura il 50% degli incidenti mortali si verifica nei centri urbani, nelle vicinanze della propria abitazione, entro i 3 km.

Omologazione UN ECE R44 03/04*

Questo tipo di omologazione europea suddivide i tipi di seggiolino in cinque categorie, a seconda del peso del minore. Nel dettaglio:

  • gruppo 0: seggiolino a navicella, da 3 a 10 kg
  • gruppo 0+: seggiolini chiamati ovetti, fino a 13 kg
  • gruppo I: questi seggiolini sono delle poltroncine, ideali per bambini tra i 9 e i 18 kg
  • gruppo II: questi seggiolini sono dei rialzi dotati di schienale, adatti ai bambini tra i 15 e i 25 kg
  • gruppo III: quest’ultima categoria prevede dei rialzi con o senza schienale, per bambini tra i 15 e i 36 kg

Omologazione UN ECE R129 1/2*

Questo tipo di omologazione europea classifica i seggiolini in base all’altezza del minore. Nel dettaglio:

  • seggiolini per bambini fino a 105 cm di altezza: essi sono denominati anche i-Size e possiedono il sistema di installazione Isofix;
  • seggiolini per bambini dai 100 ai 150 cm di altezza: essi prevedono il sistema di installazione Isofix o la cintura di sicurezza;
  • seggiolini per bambini dalla nascita ai 150 cm di altezza: essi prevedono le cinture di sicurezza.

Un altro aspetto fondamentale e da non sottovalutare assolutamente è l’importanza di installare i sensori anti-abbandono: dal 7 novembre 2019 (legge 117 del Codice della Strada) è diventato obbligatorio possedere un seggiolino provvisto di sensori anti-abbandono per bambini al di sotto dei 4 anni; si tratta di uno strumento estremamente utile ad evitare le tragedie, molto frequenti negli ultimi anni, in cui bambini piccoli hanno perso la vita dopo essere rimasti chiusi nell’abitacolo dell’auto, “dimenticati” dai genitori. 

In ogni caso, mai lasciare il bambino da solo in auto, nemmeno per pochi minuti.

Suggerimenti per evitare il mal d’auto quando si viaggia con i bambini

Circa il 30% dei più piccoli soffre del cosiddetto mal d’auto (nausea, vomito, sudorazione fredda). Per evitarlo, si suggerisce di

  • tenere una guida costante e tranquilla, evitando curve brusche o tratti a velocità elevata; 
  • far mangiare con frequenza al bambino piccoli snack salati e fare soste per fargli prendere aria; 
  • viaggiare quando il bimbo dorme oppure cercare di distrarlo con musica e racconti;
  • mantenere l’ambiente dell’abitacolo ben arieggiato, senza odori eccessivamente penetranti

Altri consigli per la sicurezza quando si viaggia con bambini in auto

  • attenzione ad assicurare bene tutti i bagagli che si trasportano, in modo che non rischino di colpire accidentalmente il bambino;
  • non dare al bimbo lecca-lecca e altri cibi su stecco che potrebbero ferirlo in caso di brusca frenata.

Postato su 06 novembre

Condividi