Come sapere che euro è la mia auto? Ecco in che modo scoprirlo

In molti se lo chiedono: “come sapere che euro è la mia auto?”.

Negli ultimi anni, nelle principali città italiane, sono stati varati provvedimenti sempre più restrittivi per limitare il traffico dei veicoli più inquinanti.

Basti pensare, per esempio, all’Area B di Milano, che si estende a quasi tutta la superficie metropolitana.

Come sapere, quindi, che euro è la mia auto? Vediamo come scoprirlo ed evitare di incorrere in multe salate.

Come scoprire di che euro è l’auto

Quando si acquista una nuova auto è bene informarsi circa la sua classe ambientale: scegliendo un veicolo poco inquinante, infatti, non solo si immetteranno meno emissioni di CO2 nell’atmosfera, ma si avranno anche molti meno problemi a circolare all’interno della gran parte delle aree cittadine.

La sigla “Euro” è stata introdotta dalla Comunità Europea per poter identificare facilmente le emissioni dei diversi veicoli ed è accompagnata da una numerazione progressiva, proporzionale alle “potenzialità inquinanti” del mezzo.

Tale dicitura viene applicata sia sui veicoli alimentati a benzina che a diesel.

Le auto Euro 0, 1, 2 e 3 rientrano quindi nelle categorie più a rischio di stop, poiché più vecchie e inquinanti.

Quando si acquista una macchina nuova, si conosce contestualmente la sua classe ambientale; viceversa, se si opta per un veicolo usato oppure se si ha da molto tempo una vecchia automobile bisogna scoprirla. D’accordo, ma come?

Un modo per farlo consiste nel confrontare la direttiva sulle emissioni contenuta nella carta di circolazione con la tabella delle normative CE sulle emissioni inquinanti, che si trova su internet: attraverso un semplice match tra i dati riportati sulla carta di circolazione e quelli presenti sulla tabella, è possibile risalire alla categoria ambientale della propria auto.

Come sapere che euro è la mia auto? Guardando la targa!

Un’altra modalità per scoprire la classe ambientale della propria auto consiste nell’inserire la propria targa, accompagnata dalla tipologia del veicolo (cioè auto o moto) all’interno del Portale dell’Automobilista, una piattaforma online messa a disposizione dei cittadini dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Una volta immessi i dati relativi al proprio mezzo basterà un semplice click e si potrà sapere subito di che euro è la propria auto.

Postato su 15 maggio

Condividi